INFORMATIVA 02/2019 – CONVENZIONE NAMIRIAL - PEC 1 GB GRATUITA PER GLI ISCRITTI

INFORMATIVA 02/2019 – CONVENZIONE NAMIRIAL - PEC 1 GB GRATUITA PER GLI ISCRITTI

Cari Colleghi,

si comunica che  il Consiglio Nazionale ha affidato in concessione alla Società Namirial S.p.A. la gestione del servizio di Posta Elettronica Certificata con dominio personalizzato (@pec.commercialisti.it e @pec.esperticontabili.it) per gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, gli Ordini territoriali ed il Consiglio Nazionale.

Il Consiglio Nazionale ha deliberato di offrire le caselle PEC da 1GB a tutti gli iscritti che ne faranno richiesta per i due anni di validità contrattuale (fino al 30/11/2020).

La procedura di richiesta della casella da 1GB può essere avviata accedendo al link https://www.sicurezzapostale.it/pec-ordine-commercialisti-esperti-contabili.asp ed inserendo tutti i dati richiesti.

In questa prima fase il richiedente dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità, di essere un iscritto nell’albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ed indicare l’ordine di appartenenza ed il numero di iscrizione.

La casella PEC da 5GB potrà invece essere acquistata direttamente dall’iscritto ed è a completo carico di quest’ultimo al costo in convenzione di 3,26 €/anno. A tutti gli iscritti è data anche la possibilità di effettuare l’upgrade dalla casella PEC di 1GB a quella di 5GB al prezzo in convenzione che sarà a carico dell’iscritto.

In fase di registrazione della casella, Namirial verificherà che il codice fiscale del titolare sia presente nell’Albo Unico Nazionale tenuto dal Consiglio Nazionale.

Per informazioni è possibile contattare la Società Namirial all’help desk 800184992 e all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il numero verde è attivo solo per i numeri fissi. Se la chiamata in arrivo proviene da un cellulare, un messaggio vocale informa di chiamare il numero fisso 0714603800.

Cordiali saluti.

Il Consiglio dell’Ordine